Io acqua tu sabbia - Michele Pittoni

Vai ai contenuti
Racconti e poesie

Io acqua, tu sabbia

I giorni passano in silenzio, sembra che tutto sia tranquillo,
le ore vanno via veloci e la vita non si ferma...
ma tu sei come fine sabbia di mare che scivola negli angusti spazi
e sa riempire ogni attimo fuggente di queste ore, silenziosamente, senza rumore.
E pian piano diventi greto di questo fiume dove l'acqua scorre
tra sassi e rocce e come creta ti trasformi ed io ti guardo affascinato...

-------------------------------------------------------------------------------

Io ho già capito tutto, senza di te mi asciugherei e inaridirei,
ho bisogno della tua forza quando scorri tumultuosa,
della tua dolcezza lieve quando il piano ti rallenta,
quando la stagione porta pioggia e quando la stagione porta il sole,
la nostra stagione inizia ora e ne seguiranno altre, tante, fino a quando
pioggia, vento e sole alimenteranno questo nostro, grande, fiume.

Io pensavo di essere grande, potente, incontenibile, ma solo adesso
mi rendo conto che senza di te non poggerei, mi disperderei in mille
rivoli insignificanti, non sarei capace di avere vita
Tu mi segni la via che devo seguire, tu mi accetti per quel che sono,
non ti scomponi se cerco di fuggire, tu ti fai trovare
e mi riporti sempre lì dove il corso della vita vuole che io scorra.

E noi abbiamo un nome che ci unisce, quando siamo insieme nessuno
pensa che siamo due cose così diverse, così distanti, io acqua, tu sabbia,
ma tutte e due siamo mare, mare dove si perdono gli sguardi,
mare dove tutto c'è anche se non si vede, dietro l'orizzonte,
mare dove nessuno potrà dividerci perchè non c'è nulla di così grande
da poterci contenere, il nostro abbraccio è questo immenso mare...

25 ottobre 2011

Torna ai contenuti